Comune di Belmonte Piceno | Sito Istituzionale

Storia del comune

L'antico castello a 312 mt di altitudine, presenta una triplice schiera di case disposte lungo la dorsale. Il territorio reca impressi i segni del passato, come nel colle abitato dai Piceni 2500 anni fa, nel possesso farfense della chiesa di Santa Maria in Muris (San Simone) del sec X, nell'incasato attorno al SS Salvatore, eretta nel XII e ricostruita nel 1771. Il centro abitato ospita edifici di pregio come la Parrocchiale, ove si trova la Santa Croce, l'Oratorio del SS. Sacramento, i palazzi dei nobili: Ferrini Mandolesi, Blasi e un'abitazione stile '400 con corte interna e pozzo.

Ogni anno il 3 Maggio viene celebrata l'antica ricorrenza del "Rinvenimento" della Santa Croce ad opera di Sant'Elena, madre dell'imperatore romano Costantino. La Santa Croce fu trasportata a Roma e si avviò l'iniziativa di molti ordini religiosi di chiedere un microscopico frammento (circa 1/2 mm) del legno sacro per farne un reliquario ed esporlo al culto nelle Chiese locali.A Belmonte la reliquia fu portata durante il secolo decimo primo dai monaci di Farfa (abbazia in provincia di Rieti). Ora la Santa Croce è conservata all'interno di un bellissimo reliquario (Stauroteca).